Ritiro dedicato ai giovani 18-35 anni

27-28-29 settembre

Soggiorno-Ritiro di pratica della meditazione rivolto ai giovani

Gli ultimi tre anni hanno contribuito alla creazione di un’atmosfera di instabilità e incertezza senza precedenti, segnando profondamente lo stato della salute mentale della popolazione in Italia e in Europa.

Statisticamente almeno il 50% dei disturbi di salute mentale esordisce prima dei 15 anni e l’80% di questi ultimi si manifesta prima dei 18 anni, in alcuni casi diventando un problema permanente per tutta la vita di una persona.

La meditazione di consapevolezza offre straordinarie opportunità preventive.

Avvicinarsi alla pratica della meditazione in un contesto quotidiano non crea le condizioni migliori affinché se ne possano apprezzare appieno le potenzialità trasformative.

Un soggiorno-ritiro in un luogo silenzioso, paesaggisticamente bello e spiritualmente ricco come l’Eremo di Camaldoli, a 1100 metri di altezza, nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi (Arezzo) offre il meglio delle condizioni ambientali adatte per questa esperienza.

Il ritiro si struttura su tre giorni durante i quali si faranno camminate nella foresta, si gusterà cibo a km 0, ci prenderemo cura della cucina e degli spazi comuni, si dormirà nella foresteria a gruppi di tre per ogni stanza, si visiteranno l’Eremo e la sua millenaria biblioteca, si apprenderà l’arte della meditazione, si converserà con i monaci dell’Eremo e molto altro.

Guiderà il ritiro Giancarlo Shinkai Carboni, monaco buddhista Zen con la partecipazione dei monaci benedettini camaldolesi del Sacro Eremo che incontreranno i giovani per momenti di riflessione e conversazione.

Nel soggiorno-ritiro si lavorerà sull’importanza dell’ascolto delle emozioni, sulla consapevolezza dei processi mentali che conducono alla risposta automatica degli impulsi-reazioni, sulla nuda attenzione dei propri bisogni profondi. Corpo, mente ed emozioni sono intimamente legati tra loro e formano la struttura portante di un cammino spirituale. È a partire dal corpo che si struttura ogni percorso di ricerca personale rivolto alla comprensione profonda della nostra essenza umana e dei suoi bisogni profondi. È nel corpo, e a partire da esso, che possiamo "essere esperienza". Come dicono bene Stephen Levine "guarire è toccare con amore, ciò che abbiamo precedentemente toccato con paura", o Pema Chodron "nulla se ne va fino a che non abbiamo imparato a ascoltarlo".

I dettagli

I ritiro è aperto a tutti i giovani dai 18 anni fino ad un massimo di 35 anni.

Il ritiro inizia il venerdì con il proprio arrivo (entro le ore 15) e termina la domenica, con il pranzo.

All’Eremo non c’è copertura di segnale telefonico mobile per cui i ragazzi sperimenteranno la “disconnessione” dalla dipendenza da smartphone.

I ragazzi faranno l’esperienza di cimentarsi in attività pratiche come cucinare, fare pulizie, ecc.

Durante il ritiro oltre ad apprendere la pratica della meditazione verranno coinvolti in molte attività “risveglianti” e che accendono la presenta mentale e la consapevolezza. Nulla di ciò che verrà fatto avrà a che fare con la religione (buddhista o cristiana che sia) bensì con la spiritualità, la fraternità, la condivisione, il lavoro in gruppo, il sentirsi Uno.

La quota di partecipazione è di 80€, comprensive di tutto. Se vi sono giovani con problemi economici potranno partecipare gratuitamente. 

Per iscriversi è necessario inviare un messaggio WhatsApp al numero 3317429282 con il nome di chi vuole partecipare. Si riceverà una risposta con le modalità di iscrizione e partecipazione. 

Il ritiro ha i posti limitati dalla capienza della foresteria dell'Eremo. Si procederà in base all'ordine di arrivo delle richieste di iscrizione.