Meditazione e Mindfulness

La Mindfulness nasce dall’intelligenza di Jon Kabat Zinn il quale per primo ha intuito che l’efficacia delle antiche pratiche meditative orientali poteva essere utilizzata in modo differente, togliendo ogni riferimento religioso, o filosofico, e dando vita al primo programma di Mindfulness chiamato MBSR Mindfulness Based Stress Reduction che si è diffuso in tutto il mondo. 

A partire da questo programma, e da altri, ho creato un programma di Mindfulness che si basa principalmente sulla mia esperienza di Pratica di oltre 30 anni di meditazione Zen.

La Mindfulness che insegno risveglia la nostra spiritualità e ci apre agli altri.

Vivere "mindful" ci permette di aumentare l'empatia ed essere consapevoli, momento dopo momento, di ogni cosa che accade, o che ci accade, cogliendo una delle esperienze più ambite da ognuno di noi: assaporare ogni istante in interconnessione con ogni essere.

Le pratiche meditative appartengono all’umanità da sempre. Non sono certamente un esclusiva dell’oriente perché in occidente vi è la prova storica di una lunga tradizione contemplativa in ogni religione. Nella religione cristiana fin dal II secolo dopo Cristo vi sono tracce storiche precise che contengono riferimenti alla contemplazione ad opera di Clemente di Alessandria che, tra l’altro, cita nelle sue opere il Buddha. La meditazione quindi è una disciplina che l’uomo pratica da sempre, pur con modalità differenti.

La Mindfulness non è altro che una scienza che utilizza la meditazione in forme e metodi tali da risultare maggiormente accessibili a tutti. Con ciò, quindi, risulta evidente che la Meditazione sia la madre della Mindfulness. È quindi la Meditazione che contiene la Mindfulness e non viceversa. Io utilizzo ambedue i termini per semplificare l’argomentazione e la divulgazione del tema, avendo ben presente tale differenziazione.

-------------------

Aspetti della sfera del benessere

La Mindfulness sta diventando di moda, come in passato lo è stato per lo Yoga, perché chi la pratica si rende conto di quanto sia efficace nel portare benessere nella propria vita. Praticando Mindfulness migliorano l’umore, l’energia fisica e mentale, la concentrazione, l’attenzione, la pazienza, la qualità del sonno. Di conseguenza migliorano i rapporti personali e appare evidente il sentirsi di essere maggiormente centrati e in equilibrio fisico e mentale.

Aspetti della sfera medica

Sulla Mindfulness vi sono più di mille articoli scientifici (alcuni sulle più importanti riviste scientifiche) che ne supportano l’efficacia. È acclarato che, al pari del movimento fisico e del nutrirsi in modo corretto, praticare in modo costante la meditazione rappresenti un fattore importante di salute e benessere. Esattamente come il movimento fisico e l’alimentazione, la meditazione non è una panacea o un metodo di cura, rappresenta invece un ingrediente fondamentale da abbinare alle cure tradizionali in caso di varie patologie. I principali benefici acclarati della meditazione sono: riorganizzazione di nuove relazioni con il corpo e le esperienze, con disinnesco delle risposte automatiche tipiche di ansia e depressione, potenziamento della memoria, riduzione dello stress cronico, miglioramento del quadro clinico nel dolore cronico, rafforzamento del sistema immunitario. È inoltre particolarmente efficace nel trattamento delle dipendenze. Va ribadito, in modo chiaro e netto, che nessuna pratica di Meditazione e Mindfulness può essere utilizzata quale sostituto di cura tradizionale e, in caso di patologie mediche, occorre agire sempre di concerto con il medico curante.


Mindfulness in Azienda

I miei interventi di Mindfulness in azienda hanno come focus il miglioramento delle performance, la gestione dello stress e il benessere personale attraverso un training che migliora la presenza mentale, l'attenzione, la concentrazione, la gestione delle emozioni, l'empatia e la flessibilità cognitiva.