Il re disse: Che cosa sei venuto a fare?". Il maestro buddhista disse: "Vengo a liberare esseri senzienti". Il re disse: "Con quale metodo li liberi?". Punyamitra disse: "Libero ciascuno secondo il suo genere".
Keizan


Ho chiamato questa pagina "mindfulness" per semplificare. 

Le parole, si sa, sono fonte di inganni, semplificazioni e incomprensioni. Meditazione era senz'altro la parola più adatta, ma Mindfulness mi piace perché è molto di moda e mi intriga l'idea di dialogare con chi cerca nuovi strumenti per lavorare con se stesso. Direi, quindi, che è uno straordinario Upāya. 
Qualunque sia il nome che gli si voglia dare non si può prescindere dalla sua pratica. Meditare è un'esperienza molto concreta che richiede dedizione, pazienza, leggerezza, semplicità, energia, curiosità, coraggio e soprattutto amore. 
Tutti possiamo praticarla. Può essere utilizzata come un semplice strumento di rilassamento oppure come uno straordinario mezzo per la crescita della consapevolezza e di molte qualità interiori. Tutte le maggiori religioni del mondo, molte psicologie moderne occidentali e molte altre discipline umanistiche impiegano forme di meditazione.

La meditazione che insegno risveglia la nostra spiritualità e ci apre agli altri esseri.

Praticare correttamente la meditazione ci permette di aumentare l'empatia ed essere consapevoli, momento dopo momento, di ogni cosa che accade, o che ci accade, cogliendo una delle esperienze più ambite da ognuno di noi: assaporare in ogni istante l'interconnessione con ogni essere.

Le pratiche meditative appartengono all’umanità da sempre e non sono certamente un esclusiva dell’oriente perché in occidente vi sono numerose tracce storiche che testimoniano una lunga tradizione contemplativa. Nella religione cristiana fin dal II secolo dopo Cristo vi sono testimonianze scritte che contengono riferimenti alla meditazione ad opera di Clemente di Alessandria che, tra l’altro, cita nelle sue opere il Buddha. 

Per quanto riguarda la mindfulness, possiamo definirla una disciplina che utilizza la meditazione in forme e metodi tali da risultare maggiormente accessibili a tutti. È quindi la meditazione che contiene la mindfulness e non viceversa. Io utilizzo ambedue i termini per semplificare l’argomentazione e la divulgazione, avendo ben presente tale differenziazione. 

Sulla mindfulness vi sono più di mille articoli scientifici (alcuni sulle più importanti riviste scientifiche) che ne supportano l’efficacia. È acclarato che, al pari del movimento fisico e del nutrirsi in modo corretto, praticare in modo costante la meditazione rappresenti un fattore importante di salute e benessere. Esattamente come il movimento fisico e l’alimentazione, la meditazione non è una panacea o un metodo di cura, rappresenta invece un ingrediente fondamentale da abbinare alle cure tradizionali in caso di varie patologie. Secondo la scienza i principali benefici della mindfulness sono: riorganizzazione di nuove relazioni con il corpo e le esperienze, con disinnesco delle risposte automatiche tipiche di ansia e depressione, potenziamento della memoria, riduzione dello stress cronico, miglioramento del quadro clinico nel dolore cronico, rafforzamento del sistema immunitario. È inoltre particolarmente efficace nel trattamento delle dipendenze. 

Va ribadito, in modo chiaro e netto, che nessuna pratica di meditazione e/o mindfulness può essere utilizzata quale sostituto di qualsiasi cura tradizionale e, in caso di patologie mediche, occorre agire sempre di concerto con il medico curante.

a) corsi che propongo in Italia e in Francia

Metà giornata

Questo corso, della durata di una mattina o un pomeriggio, permette di fare un piccola esperienza per conoscere e provare la meditazione.

Una giornata

Questo corso, della durata di una giornata, permette di vivere un'esperienza per conoscere e provare la meditazione.

Weekend

Questo corso, della durata di un fine settimana, permette di fare un'esperienza, breve ma intensa, per conoscere e provare la meditazione.

b) corsi che propongo nelle aziende

Mindfulness in Azienda

I miei interventi di Mindfulness in azienda hanno come focus il miglioramento delle performance, la gestione dello stress e il benessere personale attraverso un training delle risorse umane che ne migliori la presenza mentale, l'attenzione, la concentrazione, la gestione delle emozioni, l'empatia e la flessibilità cognitiva.
Sono un monaco e le aziende che chiedono una mia collaborazione sanno di dover condividere una visione etica della loro mission aziendale.